Autore: centurma

Grostè

Via dei Castani 238/b

Telefono 347 266 3975

Sempre aperto in orario 10-01

Facebook

Grostè è un piccolo tempio del gelato, e i suoi fedeli si muovono rigorosamente a piedi per diversi motivi: il primo è che ci si fa tappa con bimbi, animali, anzianotti e altre specie tipicamente appiedate; il secondo è che il parcheggio è proprio difficile da trovare nelle vicinanze – a meno di non prendere un cono litigio&frustrazione, con o senza panna. Estate e inverno, Grostè offre gusti artigianali buonissimi: assolutamente da provare il pistacchio (intero o con granella “croccante”) e profumo di Capri (a base latte con biscotto e limone), ne sarete deliziati. Per le occasioni speciali la gelateria offre anche torte gelato e semifreddi.

[google_maps id=”528″]

Salva

Una salsa per ogni occasione

Avere sottomano un buon repertorio di salse è uno dei segreti di una cucina svelta, che, però, voglia essere buona e non noiosa.

Se non avete troppo tempo da dedicare ai fornelli e tendete un po’ a fare sempre le stesse cose, ricordatevi che con una salsa le potete trasformare in qualcosa di veramente nuovo o potete rendere interessante anche il cibo più semplice.

Naturalmente addio sveltezza se fosse poi la salsa a richiedere tempo e cure; ma questo raramente è necessario, anzi in genere non occorre nemmeno una grande abilità.

Quelle di seguito sono due ricette piuttosto semplici di due salse, una calda ed una fredda, che trovano differenti impieghi in cucina.

Salsa suprema

Ingredienti per 4 persone:

25gr di burro

30gr di farina

2 dl di brodo

70gr di panna liquida

sale q.b.

Da utilizzare per accompagnare carni bianche o pollo bolliti, uova in camicia o bazzotte calde; nel caso in cui si utilizzi con carni o pollo, usare il brodo della vivanda in preparazione.

Nella casseruola fondere su fiamma dolce il burro, senza farlo sfrigolare o imbiondire.

Unire la farina e, mescolando in continuazione, cuocerla per un paio di minuti, sempre su fiamma dolce.

Su fiamma ora un po’ più sostenuta, mescolando senza interruzione e con energia, unire, poco per volta, brodo quanto occorre per ottenere una salsa piuttosto consistente.

Ridurre la fiamma al minimo e cuocere ancora, mescolando spesso, per una decina di minuti.

In un’altra casseruola scaldare a parte la panna, facendo attenzione a non farla bollire.

Sempre continuando a mescolare, incorporarla nella salsa già preparata; assaggiare per aggiustare di sale, se occorre, e lasciare su fiamma dolce per altri 2-3 minuti.

Salsa verde al basilico

Ingredienti per 4 persone

1 ciuffo di prezzemolo (tritato 2 cucchiai)

4-5 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio di aceto (sceglierne uno piuttosto delicato)

1 cucchiaio e ½ di pinoli

2 filetti di acciuga sott’olio

sale q.b

Da poter utilizzare su uova sode, in camicia o bazzotte fredde; per pesci bolliti o grigliati, caldi o freddi.

Sfogliare, lavare e sgocciolare bene il prezzemolo; riunire tutti gli ingredienti in un recipiente e frullare finchè quelli solidi saranno finemente tritati e il composto risulterà omogeneo.

n.b. Anche se per ogni salsa ci sono indicazioni sui possibili impieghi non è da escludere che qualcun altro non si possa inventare; come sempre in cucina bisogna sperimentare!

Ricette vegetariane: lasagna alle verdure

Sempre più spesso mi capita di incontrate o condividere la tavola con persone che seguono una dieta vegetariana e, devo ammettere, che le prime volte mi sono trovata un po’ impreparata nell’improvvisare qualcosa che non fosse banale. Così, poiché mi piace che tutti i miei ospiti siano più che deliziati dalle mie portate, da un po’ mi sono messa alla ricerca di ricette vegetariane, imparando diversissimi modi per poter servire le verdure in modo appetitoso senza rinunciare al gusto. Sia che si tratti di un antipasto, di un primo, di un secondo, o di un contorno, esistono le più diverse preparazioni a base di verdure, per realizzare prelibati pranzi o cene totalmente vegetariani; oggi vi indicherò una delle ricette che ho personalmente sperimentato per cucinare una saporita lasagna di verdure.

Ingredienti per 8 persone:

200gr di Emmenthal grattugiato

500gr di lasagne istantanee

4 cipolle

750gr di porri

500gr di carote

500gr di sedano

460gr di mais in scatola

500ml di panna da montare

300gr di panna acida o yogurt naturale

375gr di latte

6 uova

50gr di farina bianca 0

1 mazzo di prezzemolo

8 cucchiai di olio vegetale

sale

pepe macinato

paprica dolce in polvere

Pelare le cipolle e tagliarle a dadini; mondare i porri, tagliarli verticalmente a metà, lavarli accuratamente, scolarli e tagliarli a listarelle.

Fare lo stesso per le carote e il sedano, mondarli, pelarli, lavarli, asciugarli bene e infine tagliarli a cubetti.

In una casseruola sufficientemente grande mettere a scaldare l’olio e farci appassire la cipolla; unire quindi un po’ alla volta i porri, le carote e il sedano, e rosolarli mescolando.

Scolare il mais ed unirlo alle altre verdure nella casseruola. Condire il tutto con sale, pepe e paprica.

In una ciotola a parte mescolare, con l’aiuto di una frusta elettrica, la panna, la panna acida e il latte, aggiungendo poi gradualmente e continuando a mescolare, le uova e la farina. Proseguire fino a che l’impasto risulterà abbastanza denso ed omogeneo, quindi salare e pepare q.b.

Prendere il prezzemolo, lavarlo, asciugarlo e tritarne finemente solo le foglie; aggiungere alla salsa nella ciotola.

A questo punto prendere una pirofila da forno, imburrarla, e cominciare a stendere i vari strati, alternandone uno di lasagne, uno di verdure, uno di formaggio e uno della salsa che avete preparato precedentemente, terminando con un abbondante spolverata di Emmenthal grattugiato.

Infornare le lasagne per 180 gradi per 50 minuti; attendere 15 minuti che si rapprendano prima di tagliare e servire in tavola.

Ottima cucina in un piccolo spazio: Mazzo

Il bistrot Mazzo nasce nel 2013 come “casa” del progetto gastronomico The Fooders. The Fooders nasce 12 anni fa a opera di Marco Baccanelli e Francesca Barreca i quali, terminata la scuola di cucina, decidono di avviare un progetto che intenda l’arte culinaria come una live performance, composta da cucina, musica e grafica. Per molti anni hanno portato avanti un’attività di catering nella quale si fondono il food design, la grafica e l’illustrazione, la musica, il live cooking.

“60 metri quadri di gustosa schizofrenia”, come lo definiscono i due chef, Mazzo è un laboratorio di gastronomia, un negozio, un bar, un ristorante con un solo grande tavolo sociale da dieci posti. I piatti, curati e raffinati, spaziano dalla cucina romana rivisitata a sperimentazioni creative di cucina regionale italiana e internazionale: potrete trovare nel menù il timballo di pasta, la muffoletta (tipica della cucina siciliana) e il lampredotto fiorentino, ma anche tramezzini, chip cookies, la Mud Cake, buckteln austriaci e molto altro. Se avete voglia di qualcosa di meno impegnativo potete anche sedervi per un ottimo aperitivo: dalle 18.00 alle 20.00, infatti, potrete gustare i loro piatti in formato tapas, accompagnati da birre artigianali, vini o cocktail. Il team The Fooders continua a curare anche l’attività di catering: è possibile contattarlo in occasione di feste ed eventi o soltanto per un dolce, un primo da portare via o una consegna a domicilio.

Mazzo si trova in Via delle Rose 54, Centocelle (Roma).

Orari di apertura:

Dal martedì al sabato 18.00-24.00, domenica 12.30-15.30 e 18.00-24.00.

Giorno di riposto: lunedì.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito thefooders.wordpress.com e seguire le pagine social!

Facebook: Mazzo

Instagram: mazzo_roma

[google_maps id=”532″]

D.o.l. Pro Loco: i sapori delle campagne laziali arrivano in periferia.

Se non potete concedervi una fuga fuori porta quando la metropoli diventa soffocante, potete però testare due piccoli rimedi: il primo è dedicare una mattinata di sole a passeggiare in una delle tante aree verdi di Centocelle (qui la lista completa), il secondo è fare un salto da D.o.l., dove potrete gustare i prodotti tipici laziali e portare a casa vostra un po’ dei sapori che le campagne laziali offrono.

Il progetto D.o.l. nasce nel 2006 con l’obiettivo di portare nei quartieri periferici di Roma l’enogastronomia del Lazio. Principio etico del progetto è il consumo alimentare critico: oltre ad offrire prodotti di qualità, D.o.l. si propone anche di diffondere il concetto di filiera corta, in modo da promuovere la conoscenza e la valorizzazione del territorio, un’agricoltura che danneggi il meno possibile l’ambiente e la tutela delle aziende tradizionali e artigiane. Per salvaguardare la biodiversità e la specificità dei sapori in un mondo in cui anche i prodotti alimentari sono standardizzati, D.o.l. propone varietà di formaggi, salumi, cereali, ortaggi e legumi tipici del Lazio e prodotti seguendo le tradizioni regionali.

D.o.l. è molte cose:

  • è un negozio, dove potete rifornirvi di Pecorino della Sabina, Lenticchie di Onano, Olive di Gaeta, Provolone piccante di Formia, Salsiccia di Monte San Biagio e molto altro;
  • è il punto di raccolta e distribuzione dei “cassettoni”, casse di frutta e verdura di stagione provenienti direttamente dalle campagne laziali, che possono essere ordinate telefonicamente e poi ritirate in negozio;
  • è un ristorante, dove potete gustare primi, secondi e contorni preparati ad arte secondo le tradizioni culinarie laziali.

D.o.l. Pro Loco si trova in Via Domenico Panaroli 35, Centocelle (Roma).

Orari di apertura:

Dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 24.00.

Giorno di riposo: domenica.

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito http://www.informaggiatore.it e seguire le pagine social!

Facebook: Dol – Bottega del Gusto

[google_maps id=”535″]

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

veGusta. Lo streetfood vegano nel cuore di Centocelle.

Se siete stanchi di mangiare pizza al taglio e kebab, se non riuscite a raggiungere i fornelli di casa vostra perché la cucina è invasa da altri 25 coinquilini, se aprite il frigorifero e ci trovate forme di vita non ancora scoperte non vi resta che provare lo streetfood vegano di veGusta! veGusta è un laboratorio di cucina vegana artigianale che propone panini, burger, fritti e zuppe preparati con ingredienti sani e di origine completamente vegetale. Mais, latte di soia e fagioli adzuki biologici, olio extravergine di oliva per i condimenti e olio di semi di girasole per le fritture (niente olio di palma!), pane semintegrale…Il risultato è una vasta offerta di gustosissimi panini con burger di cereali o legumi accompagnati da mix di verdure, spezie e salse autoprodotte. E se un panino è troppo impegnativo, il menu offre vari tipi di fritti a base di prodotti freschi e preparati quotidianamente oppure ottime zuppe e insalate. Per dissetarvi potrete scegliere tra vari tipi di vini biologici e vegani o una selezione di birre artigianali prodotte dal birrificio “Maltolibero”, mentre se avete deciso di prendervi una pausa dall’alcol niente paura! Acqua naturale gratis per tutti e tutte!

Il locale non è grandissimo ma, essendo caratterizzato da consumazioni “veloci”, è difficile che dovrete aspettare per prendere posto. In un’atmosfera calda, accogliente e informale potrete sedervi o ordinare e portare via tutte le prelibatezze che avrete scelto nei cartoni da asporto.

E gli amici a quattro zampe sono i benvenuti!

Vegusta si trova in Via delle Palme 31, Centocelle (Roma).

Orari di apertura:

tutti i giorni dalle 19.00 alle 23.00, domenica dalle 12.00 alle 15.00 e dalle 19.00 alle 22.30.

Giorno di riposo: martedì.

Per tutte le informazioni visitate il sito www.vegusta.it o restate aggiornati sui social!

Facebook: Vegusta

Instagram: vegustastreetfood

[google_maps id=”539″]

Salva

Salva

Salva

2019 ©CENTOCELLE URBAN MAG . Design by Cali Agency